La maggior parte dei paesi del G20 condanna la Russia per la guerra, la Cina rimane in silenzio

  • È stato raggiunto un compromesso poiché la maggior parte dei membri ha condannato la Russia
  • Cina e Russia si sono rifiutate di firmare la dichiarazione congiunta
  • Sono stati compiuti pochi progressi negli sforzi per la cancellazione del debito

BENGALURU, India, 25 feb (Reuters) – Sabato i leader finanziari delle maggiori economie mondiali hanno condannato fermamente la guerra di Mosca contro l’Ucraina, con solo Cina e Russia che si sono rifiutate di firmare una dichiarazione congiunta.

L’India, che guida le economie del Gruppo dei Venti (G20), ha tenuto un incontro a Bangalore, riluttante a sollevare la questione della guerra, ma insistendo sul fatto che l’Occidente non può sostenere alcuna decisione che includa la condanna.

Mancando il consenso tra i membri del G20, l’India ha fatto ricorso alla pubblicazione di un “Documento riepilogativo e finale delle presidenze” in cui riassumeva i due giorni di colloqui e rilevava le divergenze di opinione.

“La maggioranza dei membri ha condannato fermamente la guerra in Ucraina, che sta causando enormi sofferenze umane e aggravando le debolezze esistenti nell’economia globale”, ha affermato, citando l’interruzione delle catene di approvvigionamento, la stabilità finanziaria e la persistente insicurezza energetica e alimentare.

Ultimi aggiornamenti

Guarda altre 2 storie

“C’erano altri punti di vista e diverse valutazioni della situazione e delle sanzioni”, ha detto, riferendosi alle misure prese dagli Stati Uniti, dai paesi europei e da altri per punire la Russia per la sua invasione e privarla di entrate.

Analogamente all’esito del vertice del G20 a Bali lo scorso novembre, anche l’Indonesia ha rilasciato una dichiarazione finale ammettendo le divergenze. Il G20, formatosi nel corso di due decenni per far fronte alle crisi economiche, ha sempre più lottato per raggiungere il consenso necessario per rilasciare una dichiarazione ufficiale della riunione.

READ  Neuschwanstein: donna uccisa in un attacco vicino alla storica fortezza tedesca

“Abbiamo fatto dei progressi nel mantenere tutti i ministri a bordo, anche se non è quello che chiameremmo un rapporto ma un rapporto sui risultati”, ha detto il ministro delle finanze indiano Nirmala Sitharaman.

Il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner ha dichiarato che il rifiuto della Cina di aderire alla dichiarazione è “deplorevole”.

Il segretario al Tesoro americano Janet Yellen ha detto in precedenza a Reuters che qualsiasi dichiarazione di condanna della Russia era “assolutamente necessaria”. Due rappresentanti hanno detto a Reuters che Russia e Cina non vogliono utilizzare la piattaforma del G20 per discutere questioni politiche.

La Russia, membro del G20 ma non del G7, definisce le sue azioni in Ucraina una “operazione militare speciale” ed evita di definirla un’invasione o una guerra.

L’India ha mantenuto in gran parte una posizione neutrale, rifiutandosi di incolpare la Russia per l’invasione, cercando una soluzione diplomatica e aumentando notevolmente i suoi acquisti di petrolio russo.

La Cina e l’India si sono astenute giovedì quando le Nazioni Unite hanno votato in modo schiacciante per chiedere a Mosca di ritirare le sue forze dall’Ucraina e porre fine ai combattimenti.

Oltre ai paesi del G7, il consorzio del G20 comprende anche paesi come l’Australia, il Brasile e l’Arabia Saudita.

“Sta diventando sempre più difficile per il G20 impegnarsi in una discussione costruttiva a causa dell’aggressione della Russia all’Ucraina, che sta scuotendo le fondamenta dell’ordine globale”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro delle finanze giapponese Shunichi Suzuki.

READ  Il bilancio delle vittime è aumentato a seguito di un nuovo terremoto al confine tra Turchia e Siria

Trattative sul debito

Da un lato, sabato il Fondo monetario internazionale (FMI) ha tenuto un incontro con la Banca mondiale, la Cina, l’India, l’Arabia Saudita e il G7 sulla ristrutturazione del debito per le economie in difficoltà, ma ci sono state divergenze di opinione tra i membri, il FMI gestisce ha detto il regista. Kristalina Georgieva.

“Abbiamo concluso una sessione in cui è chiaro che c’è un impegno a fare la differenza a beneficio dei paesi”, ha detto ai giornalisti Georgieva, che ha co-presieduto la tavola rotonda con il ministro delle finanze indiano Nirmala Sitharaman.

Un rappresentante ha detto a Reuters che c’erano stati alcuni progressi iniziali, soprattutto sul linguaggio che circondava la questione, ma la ristrutturazione non era stata discussa in dettaglio.

Yellen ha detto che non c’era alcun “risultato finale” dall’incontro, che era in gran parte organizzativo.

Ulteriori discussioni sono previste durante le riunioni primaverili del FMI e della Banca mondiale in aprile.

La Cina, il più grande creditore bilaterale al mondo, e altri paesi sono sottoposti a crescenti pressioni per ridurre i prestiti ai paesi in via di sviluppo in difficoltà.

In un discorso video alla riunione del G20 di venerdì, il ministro delle finanze cinese Liu Kun ha ribadito la posizione di Pechino secondo cui la Banca mondiale e le altre banche multilaterali di sviluppo dovrebbero partecipare alla riduzione del debito attraverso tagli di capelli.

La spinta dell’India per controlli più severi sulle risorse crittografiche private ha ricevuto un ampio sostegno tra la folla.

Se la regolamentazione fallisce, i politici non dovrebbero “toglierla dal tavolo”, ha detto Georgieva. Yellen non ha sostenuto tali sanzioni, ma ha affermato che è fondamentale mettere in atto un solido quadro normativo.

READ  Il Sukhoi-30 Mirage 2000 dell'aeronautica indiana si schianta nel Madhya Pradesh; Un pilota ucciso Notizie dall'India

Segnalazioni aggiuntive di Laika Kihara, Christian Cramer e David Lauder; Scritto da Mark John e Raju Gopalakrishnan; Montaggio: William Mallard, Francis Kerry e Alexander Smith

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *