Le potenze occidentali corrono per porre fine agli impegni di sicurezza per l’Ucraina – POLITICO

Premi play per ascoltare questo articolo

Doppiato dall’intelligenza artificiale.

Un piccolo gruppo di alleati occidentali è in colloqui “avanzati” e “frenetici dell’ultimo minuto” per finalizzare un impegno di sicurezza per l’Ucraina in vista del vertice NATO di questa settimana in Lituania, hanno detto quattro funzionari che hanno familiarità con i colloqui.

Da settimane Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania discutono della questione con Kyiv, e si rivolgono anche alla Nato, all’Unione Europea e agli altri alleati del G7. Sebbene i dettagli differiscano da paese a paese, l’idea è quella di creare un “ombrello” per tutti i paesi disposti a fornire assistenza militare continua all’Ucraina.

L’iniziativa fa parte di colloqui più ampi tra la NATO e un gruppo di altri paesi su come gli alleati occidentali dovrebbero mostrare sostegno a lungo termine all’Ucraina.

Kyiv vuole entrare a far parte della NATO il prima possibile, dandogli accesso all’articolo 5 imposto dall’alleanza: un attacco a uno è un attacco a tutti. Ma molti alleati della coalizione concordano ampiamente sul fatto che l’Ucraina potrà aderire solo dopo la guerra.

Quindi le maggiori potenze dell’alleanza stanno lavorando per vedere quali impegni di difesa provvisoria possono offrire all’Ucraina nel frattempo. Questa opinione non è universale, tuttavia, con i paesi sul fianco orientale della NATO che spingono affinché l’Ucraina sia messa sulla corsia preferenziale, anche se infuria la guerra.

Secondo i funzionari di Berlino, Parigi, Londra e Bruxelles, l’obiettivo delle potenze occidentali è quello di svelare la loro struttura ad ombrello attorno al vertice annuale della NATO. L’evento di due giorni inizia martedì a Vilnius.

“È in corso una discussione; È molto avanzato, anzi è molto avanzato, e siamo molto fiduciosi che si concluderà alla fine del vertice”, ha detto ai giornalisti un funzionario francese.

READ  "Super Mario Bros. Movie" torna al botteghino di famiglia

Un alto diplomatico della NATO ha ammesso ai giornalisti in un briefing separato che al momento erano in corso “freneggiati negoziati dell’ultimo minuto” su “come dovrebbe apparire”.

Dettagli dell’ultimo minuto

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden incontrerà il primo ministro britannico Rishi Sunak a Londra lunedì, dove i loro due membri del personale cercheranno di elaborare i dettagli dell’ultimo minuto, ha detto un secondo diplomatico della NATO. Da parte statunitense, il capo della politica del Pentagono, Colin Kall, sta lavorando per portare a termine l’accordo.

Questa iniziativa potrebbe includere l’impegno a continuare gran parte dell’assistenza già fornita dai partner di aiuto, come armi, attrezzature, addestramento, finanza e intelligence. Ma l’obiettivo è quello di fornire un segnale più permanente di unità all’Ucraina, soprattutto perché è improbabile che Kiev assicuri un fermo impegno per l’adesione alla NATO al vertice di questa settimana.

“Per l’Ucraina, è fondamentalmente una garanzia per l’Ucraina che, per molto tempo, equipaggeremo le loro forze armate, le finanzieremo, le consiglieremo, le addestreremo in modo che dispongano di una forza deterrente contro future aggressioni”, ha affermato l’alto diplomatico della NATO. .

Tuttavia, molti dettagli di questo supporto verranno lasciati per dopo. Ogni paese interessato dovrebbe “determinare bilateralmente qual è il proprio impegno” con l’Ucraina, ha affermato l’ambasciatore. Potrebbe essere qualsiasi cosa, dalla difesa aerea ai carri armati.

La scorsa settimana, il cancelliere tedesco Olaf Scholes “ha fatto appello a tutti i paesi che vogliono sostenere l’Ucraina”, dicendo che dovrebbero “prendere le decisioni uno, due, tre e, se necessario, che li aiuteranno a continuare quel sostegno”. Resta ancora per molti anni perché non sappiamo quanto durerà il conflitto militare.

READ  Mitch McConnell, che viaggiava in un hotel di Washington, è stato ricoverato in ospedale
Il cancelliere tedesco Olaf Scholz Foto della piscina di Kai Pfaffenbach/AFP tramite Getty Images

La NATO ha anche elaborato da anni nuovi modi per aiutare l’esercito ucraino, rompendo un impegno di sicurezza che le potenze occidentali stanno finalizzando.

La NATO concorderà i piani al vertice per aiutare a modernizzare le difese dell’Ucraina, ha detto il capo dell’alleanza Jens Stoltenberg. ha detto ai giornalisti Di venerdì. Ha detto che il piano includeva “un piano di assistenza pluriennale per garantire la piena interoperabilità tra le forze armate ucraine e la NATO”.

Questo sforzo pluriennale si concentrerà anche sui programmi di modernizzazione militare ucraina e, come per l’iniziativa “ombrello”, i singoli paesi dipenderanno da ciò di cui hanno bisogno per contribuire.

ambizioni della NATO

I leader della NATO creeranno anche un nuovo forum NATO-Ucraina, fornendo uno spazio in cui entrambe le parti possano lavorare su “pratiche attività congiunte”. Stoltenberg ha aggiunto.

Il più ampio dialogo sulla garanzia della sicurezza si intreccia inevitabilmente con una discussione sulle aspirazioni della NATO dell’Ucraina, che sarà in cima all’ordine del giorno quando i leader si riuniranno a Vilnius.

“Affronteremo le aspirazioni di adesione dell’Ucraina, qualcosa su cui gli alleati della NATO continueranno a lavorare”, ha detto venerdì ai giornalisti l’ambasciatore degli Stati Uniti presso la NATO Julian Smith in una dichiarazione formale che sarà rilasciata durante il vertice.

In particolare, i leader mirano a mantenere la vaga promessa dell’alleanza del 2008 secondo cui l’Ucraina sarebbe “diventata” un membro della NATO a un certo punto. Ma non è previsto che diano a Kiev il “chiaro invito” richiesto dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Scholz ha concordato la scorsa settimana.

“Naturalmente, discuteremo anche della questione di come continuare la prospettiva dei paesi che vogliono vedere la NATO e aderirvi”, ha detto Schales. Tuttavia, ha aggiunto, “è anche chiaro che nessuno può entrare a far parte di un’alleanza di sicurezza in tempo di guerra”.

READ  Le azioni sono state contrastanti poiché i dati sull'inflazione negli Stati Uniti hanno registrato una tendenza al ribasso ei rendimenti obbligazionari sono diminuiti

Tuttavia Stoltenberg ha avuto un tono ottimista venerdì.

“Spero che abbiamo un messaggio chiaro”, ha detto. “Dobbiamo ricordare che gli alleati sono già d’accordo su molti principi importanti per quanto riguarda l’Ucraina e l’adesione”.

Jacopo Barigazzi ha contribuito alla cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *