Walmart pubblica prospettive caute sull’aumento dei tassi della Fed

Walmart ha affermato che la crescita delle vendite si modererà nella seconda metà dell’anno, spingendo il più grande rivenditore al dettaglio del mondo a pubblicare previsioni caute per il 2024 mentre osserva l’impatto della campagna aggressiva della Federal Reserve per aumentare i tassi di interesse.

La società ha fissato le previsioni di vendita e ricavi al di sotto delle aspettative degli analisti, con gli acquirenti a buon mercato nel quarto trimestre che hanno sostenuto la spesa a dicembre, che è stato il mese più importante per le vendite per le operazioni statunitensi di Walmart.

“Ci sono molte cose che non sappiamo”, ha detto agli analisti l’amministratore delegato di Walmart Doug McMillan durante la chiamata sugli utili di martedì. Non sappiamo cosa accadrà alla spesa dei consumatori. Non sappiamo quali saranno i licenziamenti [and] Reddito familiare. Siamo all’inizio dell’anno e con così tante incognite in questo momento, stiamo adottando una prospettiva cauta.

I dirigenti di Walmart hanno affermato che le vendite di dicembre negli Stati Uniti sono state guidate dai generi alimentari, ma ciò è stato parzialmente compensato da un calo delle vendite di merci generiche. Nella sua filiale Sam’s Club, il management ha affermato che nel quarto trimestre ci sono ancora tendenze di vendita positive per articoli discrezionali come abbigliamento e merchandising, come il Super Bowl e il giorno di San Valentino.

Il Chief Financial Officer John Rainey ha affermato che Walmart prevede che la crescita delle vendite sarà “forte” nei primi sei mesi dell’anno, per poi moderarsi nella metà posteriore in un contesto economico incerto.

“Non siamo in una posizione in cui vedremo la Fed inasprire le cose in tempi brevi. Stiamo assistendo a problemi di insolvenza e cose come i prestiti auto, i tassi di risparmio che scendono. Ci sono molte incognite nel corso dell’anno.

READ  Il Senato vota per bloccare il controverso disegno di legge sulla criminalità di Washington

Le prospettive più deboli di Walmart sono state riprese da Home Depot, che ha avvertito che i suoi utili per l’intero anno potrebbero diminuire per la prima volta dalla crisi finanziaria, a causa dell’elevata inflazione e dei tassi ipotecari che hanno smorzato la domanda dei consumatori per miglioramenti domestici.

Il direttore finanziario di Home Depot, Richard McPhail, ha affermato che il rivenditore fai-da-te, come molti economisti, ipotizza una crescita economica e una spesa dei consumatori piatte nel 2023.

“Negli ultimi sette trimestri, abbiamo assistito a una graduale stabilizzazione delle nostre transazioni mentre la spesa dei consumatori si è spostata dai beni ai servizi”, ha affermato. “Se questa transizione continua al ritmo attuale, il mercato del miglioramento della casa scenderà a una cifra bassa”.

Con tre quarti di trilione di dollari di vendite annuali insieme, Walmart e Home Depot sono spesso considerati barometri del consumatore americano, con quest’ultimo più sensibile all’enorme mercato immobiliare statunitense.

Le azioni Walmart sono scese dello 0,6% in più a Wall Street martedì, mentre Home Depot è sceso di oltre il 7%.

La guida delle due catene di vendita al dettaglio ha seguito diverse settimane di dati economici statunitensi più forti del previsto, tra cui inflazione, crescita dei posti di lavoro e vendite al dettaglio, spingendo i mercati a rivalutare che la Federal Reserve taglierà i tassi di interesse entro la fine dell’anno. L’economia statunitense potrebbe essere lenta.

A seguito del rapporto sui posti di lavoro di successo, il presidente della Federal Reserve Jay Powell ha avvertito all’inizio di questo mese che i tassi di interesse potrebbero dover aumentare più di quanto previsto dagli investitori perché una maggiore inflazione del mercato del lavoro impiegherà più tempo per raggiungere l’obiettivo del 2% della Fed.

READ  LeBron James furioso dopo che gli arbitri non hanno chiamato fallo nella sconfitta OT contro i Boston Celtics

Walmart prevede una crescita delle vendite nette dal 2,5 al 3% per l’anno fiscale in corso, rispetto alla previsione di Wall Street di un aumento del 3,3%. Prevede utili rettificati compresi tra $ 5,90 e $ 6,05 per azione nel 2024, mancando la previsione degli analisti di $ 6,50.

Nel quarto trimestre conclusosi il 31 gennaio, le vendite nette sono aumentate del 7,3% rispetto a un anno fa a 164 miliardi di dollari e gli utili diluiti sono saliti a 2,32 dollari per azione, entrambi in anticipo rispetto alle previsioni di mercato.

Walmart ha affermato di aspettarsi continui guadagni dagli acquirenti ad alto reddito alla ricerca di sconti in un contesto di inflazione costante.

“In questo trimestre abbiamo nuovamente generato quasi la metà dei guadagni che abbiamo visto negli Stati Uniti, inclusa una quota maggiore delle riunioni sugli utili”, ha affermato McMillan.

Home Depot prevede che i ricavi e le vendite comparabili nell’anno fiscale 2024 saranno stabili rispetto allo scorso anno, mentre l’utile diluito per azione diminuirà della “cifra singola media”.

Ciò segnerebbe la crescita delle vendite più debole del rivenditore fai-da-te dall’anno fiscale 2010 e il primo calo delle entrate annuali dall’anno fiscale 2009, secondo i dati Refinitiv. Gli analisti si aspettano poca crescita.

“Stiamo ancora riscontrando una certa sensibilità ai prezzi”, ha detto martedì agli analisti l’amministratore delegato Ted Decker durante una chiamata agli utili, che è stata più alta nel quarto trimestre rispetto ai tre mesi precedenti.

Le fosche previsioni di Home Depot arrivano dopo che le vendite e gli utili del quarto trimestre della società sono stati leggermente al di sopra e al di sotto delle previsioni di Wall Street e i volumi delle transazioni sono diminuiti del 6% rispetto a un anno fa.

READ  L'amministrazione Biden ha approvato Willow, un importante progetto di trivellazione petrolifera dell'Alaska

“Stiamo assistendo a un ambiente unico in questo momento con molte correnti incrociate. Ovviamente inflazione più alta e tassi di interesse più alti. Un mercato del lavoro ristretto sta moderando le azioni nei mercati immobiliari. Quindi, dato tutto ciò, ci aspettiamo una moderazione in casa domanda di miglioramento quest’anno”, ha detto Decker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *