Non basterà Wojciech Szczęsny per il dopo-Buffon. Il capitano della Juventus al 99% dirà addio al calcio giocato a fine stagione e i bianconeri sono determinati a cercare un altro portiere di livello da affiancare al polacco.


Non che l’ex Arsenal non abbia dimostrato di essere all’altezza di essere il numero uno, anzi. L’intenzione della Juve è semplicemente quella di avere “due titolari” che possano garantire ad Allegri massima sicurezza tra i pali. E’ spuntata così la pista che porterebbe a Mattia Perin, terzo portiere in nazionale dietro Buffon e Donnarumma e capitano del Genoa.

Il 25enne ha rilasciato un’interessante intervista a Premium Sport in cui non chiude affatto la porta ai campioni d’Italia: “A chi non piacerebbe giocare in un club di livello mondiale come la Juve? In questo momento, però, non penso al mercato e sono concentrato solo sul campo, l’obiettivo è quello di conquistare la salvezza col Genoa. Difficoltà nel giocare con un altro portiere forte? Non ne avrei”. 


Perin, che ha già dovuto superare due gravi infortuni al ginocchio, ha parlato anche del rapporto con Buffon: “Gli infortuni? Qualcosa ti tolgono ma ti fanno maturare tanto. Buffon? In nazionale ho imparato tanto da lui. Se sarò il suo erede? Ci sono tanti portieri bravi, io devo pensare a migliorare ancora”.