Germania batte Italia 2-0: è questo il responso dei sedicesimi di finale di Europa League che ha visto due nostre rappresentanti (Napoli e Atalanta) eliminate da due tedesche (Lipsia e Dortmund).

La situazione era compromessa per il Napoli dopo la sconfitta all’andata, al San Paolo. L’1-3 casalingo non ha spento però gli ardori dei partenopei che sono andati ad un passo dall’impresa. A Lipsia è finita 2-0 per gli uomini di Sarri, coi gol di Zielinski alla mezz’ora e di Insigne a cinque dalla fine. Non è bastato l’assalto finale, azzurri eliminati.

Crudele il destino anche per l’Atalanta: i neroazzurri erano chiamati a ribaltare il 3-2 subito in casa del Borussia e per oltre un’ora hanno sognato l’impresa. Al 10′, infatti, Toloi ha portato in vantaggio la “Dea” che poi ha sprecato tre clamorose occasioni per il raddoppio. All’84’ la doccia gelata: papera di Berisha e gol di Schmelzer. BvB avanti.

Rimonta riuscita alla Lazio: dopo il k.o. per 1-0 a Bucarest, gli uomini di Inzaghi travolgono la Steaua con un perentorio 5-1 con tripletta di Immobile e sigilli di Bastos e Felipe Anderson. Serata tranquilla anche per il Milan che aveva in tasca la qualificazione dopo il 3-0 all’andata, in trasferta: Ludogorets battuto anche a San Siro, finisce 1-0 con gol vittoria di Borini.