Maurizio Sarri ha portato a casa il Premio Maestrelli e durante la manifestazione che si è svolta a Montecatini Terme è intervenuto anche l’a.d. della Juventus, Beppe Marotta. Sono arrivate così, quasi inattese, parole al miele verso gli avversari: “C’è grande ammirazione per Sarri e per il suo Napoli. Il nostro campionato è, tra quelli di vertici, l’unico ancora in bilico, una dimostrazione di come il calcio italiano sia ancora il più competitivo, il più bello e interessante. Col Napoli è davvero una bella lotta, sono stati capaci di battere ogni record di punti del club”.


Detto ciò, è ovvio che la Juventus anche quest’anno punti a vincere tutto. I bianconeri sono ancora in corsa in tre competizioni, Marotta precisa: “Certo, essere impegnati su tre fronti può creare un dispendio di energie, ma allo stesso tempo può darci anche un’ulteriore carica in vista dello sprint finale. Allegri ha a disposizione una rosa di qualità e numericamente all’altezza, può ruotare gli uomini come meglio crede”.

Marotta poi torna su Sarri: “Se lo prenderei alla Juve? E’ tra i migliori in circolazione, di certo una delle più belle sorprese a livello nazionale ed internazionale. E’ chiaro che poi ogni tecnico ha le sue caratteristiche con capacità di adattamento ad un nuovo ambiente”.