Donald Trump incriminato nell’indagine sui documenti riservati



Cnn

Ex presidente Donald Trump I documenti riservati dell’avvocato speciale sono incriminanti nelle indagini, hanno detto alla CNN fonti a conoscenza della questione, uno sviluppo straordinario che segna la prima volta che un ex presidente deve affrontare accuse federali.

Trump è stato sarà imposto con sette capi d’accusa, secondo un’altra fonte a conoscenza della questione.

Almeno una delle accuse contro Trump sarà un’accusa di cospirazione, ha detto una fonte.

Il consigliere speciale sta indagando sulla gestione da parte di Trump dei documenti riservati portati nel suo resort di Mar-a-Lago in Florida dopo aver lasciato la Casa Bianca nel 2021, sull’ostruzione della giustizia e sugli sforzi del governo per recuperare i materiali.

L’ex presidente ha scritto su Truth Social di essere stato informato dal Dipartimento di Giustizia di essere stato incriminato e di essere stato “citato in giudizio per comparire davanti al tribunale federale di Miami martedì alle 15:00”.

“L’amministrazione corrotta di Biden ha informato i miei avvocati che ero incriminato in relazione alla truffa delle scatole”, ha scritto Trump.

Il consigliere speciale ha rifiutato di commentare. Il Dipartimento di Giustizia sta trasferendo ulteriori prove a Miami prima dell’apparizione prevista, secondo una fonte delle forze dell’ordine.

L’accusa federale è la seconda volta che Trump è stato accusato penalmente quest’anno. Ad aprile, il procuratore distrettuale di Manhattan ha accusato Trump di 34 conteggi di falsi affari.

Ma l’accusa del procuratore speciale segna una nuova e più pericolosa fase legale per l’ex presidente, che si candida nuovamente alla presidenza nel 2024 mentre deve affrontare accuse penali in due giurisdizioni e due ulteriori indagini sulla sua condotta ancora in corso.

Le accuse contro Trump arrivano sette mesi dopo che il procuratore generale Merrick Garland è entrato in carica Jack Smith Come consulente speciale Dopo che Trump ha annunciato di candidarsi alla presidenza, Biden manterrà le indagini indipendenti dal Dipartimento di Giustizia.

READ  Benjamin Netanyahu è stato ricoverato in ospedale per una valutazione medica

Ora Trump dovrà affrontare le accuse federali del consigliere speciale mentre cerca di spodestare il presidente Joe Biden nelle elezioni presidenziali del prossimo anno.

La Casa Bianca ha rifiutato di commentare giovedì sera.

Trump si è scagliato contro le indagini del consigliere speciale e altre indagini sulla sua condotta, dicendo che sono tutti tentativi di fermarlo politicamente. L’ex presidente ha insistito sul fatto che nessuna accusa penale fermerà la sua campagna del 2024.

Trump ha rilasciato un video di quattro minuti giovedì sera ripetendo molte delle sue affermazioni passate, tra cui che il Dipartimento di Giustizia è in armi e che le indagini su di lui sono “interferenze elettorali”.

“Sono un uomo innocente. Non ho fatto niente di male”, ha detto Trump nel video.

Trump ha evitato a lungo la colpevolezza legale nella sua vita personale, professionale e politica. Nel corso degli anni ha risolto diverse cause civili private ed è rimasto fuori dalle controversie relative alla Trump Organization. In qualità di presidente, è stato messo sotto accusa due volte dalla Camera a guida democratica, ma ha evitato la condanna da parte del Senato.

Ma dopo aver lasciato l’incarico, le indagini penali del Dipartimento di Giustizia sul possesso di informazioni riservate da parte di Trump nel suo resort di Mar-a-Lago e i suoi sforzi per truccare le elezioni del 2020 hanno gettato nuvole oscure su Trump. Il processo a Smith del 6 gennaio e gli sforzi per ribaltare le elezioni sono ancora in corso.

Oltre all’atto d’accusa di aprile del procuratore distrettuale di Manhattan, il procuratore distrettuale della contea di Fulton Fannie Willis dovrebbe annunciare ad agosto se sono pendenti eventuali accuse in un’indagine sugli sforzi per manomettere le elezioni del 2020 in Georgia.

READ  Un morto tra inondazioni improvvise, smottamenti e chiusure stradali a New York

02:17 – Fonte: CNN

Fmr avvocato: perché è difficile mandare in galera i potenti

Gli alleati di Trump al Congresso si sono rapidamente mobilitati in sua difesa sui social media, come hanno fatto quando Trump è stato messo sotto accusa a New York ad aprile.

“Giorno triste per l’America. Dio benedica il presidente Trump” Twittato Il presidente della magistratura della Camera Jim Jordan, un repubblicano dell’Ohio.

“L’estrema sinistra non interferirà nelle elezioni del 2024 per fermare la disastrosa presidenza e la disperata campagna di Joe Biden”, ha dichiarato in una nota la presidente della conferenza del GOP della Camera Elise Stefanik, R-New York.

Sen. Josh Hawley, repubblicano del Missouri Twittato“Se chi è al potere imprigiona i suoi oppositori politici a suo piacimento, non abbiamo nessuna repubblica”.

Tuttavia, molti democratici che hanno indagato su Trump durante la sua presidenza hanno affermato che l’accusa di giovedì ha dimostrato che nessuno è al di sopra dello stato di diritto.

“L’apparente accusa di Trump è un’altra affermazione dello stato di diritto tra le tante accuse derivanti dalla conservazione di materiale riservato. Si è comportato come un fuorilegge per quattro anni. Ma dovrebbe essere trattato come qualsiasi altro delinquente. Oggi lo è”, ha scritto il rappresentante democratico della California Adam Schiff, che ha guidato la prima impeachment della Camera contro Trump nel 2019.

L’indagine del Dipartimento di Giustizia sui documenti del periodo in cui Trump era in carica è esplosa alla vista del pubblico ad agosto, quando gli agenti dell’FBI hanno eseguito un mandato di perquisizione a Mar-a-Lago e sequestrato migliaia di documenti, inclusi 100 documenti classificati. L’FBI ha inviato un video di sorveglianza dal resort alla Trump Organization.

I pubblici ministeri hanno affermato in tribunale che stanno perseguendo accuse penali di cattiva gestione delle informazioni sulla sicurezza nazionale e ostruzione alla giustizia. Il DOJ in precedenza ha affermato che i documenti classificati potrebbero essere stati “nascosti e rimossi” da un magazzino a Mar-a-Lago come parte di uno sforzo per “ostruire” le indagini dell’FBI sulla cattiva gestione di materiale classificato da parte di Trump.

READ  Gli alleati occidentali differiscono sui jet per l'Ucraina, la Russia rivendica guadagni

Dopo che Trump ha restituito 15 scatole di articoli agli archivi nazionali a gennaio, il Dipartimento di Giustizia ha citato in giudizio Trump a maggio, richiedendo documenti con contrassegni ancora classificati a Mar-a-Lago.

Secondo una causa che ha successivamente intentato, Trump ha ordinato al suo staff di perquisire il materiale classificato rimanente per conformarsi alla citazione. Dopo che gli investigatori federali hanno recuperato i documenti dal resort a giugno, i suoi avvocati hanno successivamente detto agli investigatori di aver perquisito l’area di stoccaggio e che tutti i documenti classificati erano stati contabilizzati.

I pubblici ministeri hanno affermato ad agosto che alcuni documenti potrebbero essere stati rimossi dal magazzino prima che gli avvocati di Trump esaminassero l’area mentre cercavano di ottemperare alla citazione.

Negli ultimi mesi, i pubblici ministeri hanno ascoltato dozzine di testimoni, inclusi assistenti di Trump e dipendenti di Mar-a-Lago e della Trump Organization. La maggior parte dei testimoni è apparsa davanti a un gran giurì a Washington, DC, ma nelle ultime settimane diversi testimoni hanno testimoniato davanti a un gran giurì nel sud della Florida.

I pubblici ministeri hanno ottenuto una cassetta audio di Trump che parlava dei Pentagon Papers durante un incontro del 2021 a Bedminster, nel New Jersey. Nella registrazione, riportata per la prima volta dalla CNN, Trump ha ammesso che il documento era ancora classificato, minimizzando la sua tesi secondo cui tutto ciò che aveva portato con sé a Mar-a-Lago era classificato.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *