L’OMS Cancer Hand considera l’aspartame un “probabile cancerogeno”; Il limite di consumo non cambierà

LONDRA, 13 luglio (Reuters) – Il dolcificante aspartame è un “potenziale cancerogeno” ma è sicuro da consumare a livelli già concordati, hanno detto venerdì due gruppi legati all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

I giudizi sono il risultato di due distinti gruppi di esperti dell’OMS, uno dei quali segnala se vi sono prove che una sostanza rappresenti un rischio potenziale e l’altro valuta quanto di un rischio reale la sostanza rappresenti effettivamente.

L’aspartame è uno dei dolcificanti più famosi al mondo, utilizzato in prodotti che vanno dalle bibite dietetiche Coca-Cola alle gomme da masticare Mars Extra.

In una conferenza stampa prima dell’annuncio, il capo della nutrizione dell’OMS, Francesco Branca, ha consigliato ai consumatori di pesare le bevande di non considerare l’aspartame o i dolcificanti.

“Se i consumatori si trovano di fronte alla decisione se bere cola zuccherata o zuccherata, penso che dovrebbero prendere in considerazione una terza opzione: bere invece acqua”, ha detto Branca.

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), con sede a Lione, in Francia, ha dichiarato nel suo primo annuncio dell’additivo all’inizio di venerdì che l’aspartame è un “probabile cancerogeno”.

Tale classificazione significa che vi sono prove limitate che una sostanza sia cancerogena.

Non tiene conto di quanto una persona dovrebbe consumare per essere a rischio, che è considerata da un comitato separato, il Comitato congiunto sugli additivi alimentari (FAO) (JECFA) con sede a Ginevra.

Dopo aver condotto la propria revisione approfondita, JECFA ha dichiarato venerdì di non avere prove conclusive di danni causati dall’aspartame e ha continuato a raccomandare alle persone di mantenere il proprio consumo al di sotto di 40 mg/kg al giorno.

READ  Pronostici del World Baseball Classic 2023 degli esperti

JECFA ha stabilito per la prima volta questo standard nel 1981 e le autorità di regolamentazione di tutto il mondo hanno linee guida simili per le loro popolazioni.

Diversi scienziati non affiliati alle critiche hanno affermato che le prove che collegano l’aspartame al cancro erano deboli. Le associazioni dell’industria alimentare e delle bevande hanno affermato che i risultati mostrano che l’aspartame è sicuro e una buona opzione per le persone che vogliono ridurre lo zucchero nella loro dieta.

Agli attuali livelli di consumo, l’OMS ha affermato che una persona che pesa 60-70 kg, ad esempio, dovrebbe bere più di 9-14 lattine di soda al giorno per superare il limite, in base al contenuto medio di aspartame nelle bevande – circa 10 volte quello la maggior parte delle persone consuma.

“I nostri risultati non indicano che il consumo occasionale rappresenti un rischio per la maggior parte dei consumatori”, ha affermato Branca.

Bibite sugli scaffali di un negozio di alimentari Vons a Pasadena, California, Stati Uniti, il 10 giugno 2020. REUTERS/Mario Anzuoni//File foto

Prove limitate

Reuters ha riferito per la prima volta a giugno che l’IARC avrebbe inserito l’aspartame nel gruppo 2B come “possibile cancerogeno” insieme all’estratto di aloe vera e ai tradizionali sottaceti asiatici.

Il panel IARC ha emesso la sua sentenza venerdì sulla base di tre studi sugli esseri umani negli Stati Uniti e in Europa che hanno indicato un legame tra carcinoma epatocellulare, cancro al fegato e consumo di dolci, il primo dei quali è stato pubblicato nel 2016.

Sebbene gli studi in questione siano controversi, ha affermato che anche prove limitate da precedenti studi sugli animali sono un fattore. Ci sono anche alcune prove limitate che l’aspartame abbia determinate proprietà chimiche associate al cancro, secondo lo IARC.

READ  Don Lemon è stato licenziato dalla CNN dopo essersi separato dallo spettacolo mattutino

“A nostro avviso, questo è davvero un invito alla comunità di ricerca a chiarire e comprendere meglio il rischio di cancro che può o meno essere causato dal consumo di aspartame”, ha affermato Mary Schubauer-Berrigan, direttore esecutivo del Programma monografie IARC. .

Scienziati estranei alla revisione dell’OMS hanno affermato che le prove che l’aspartame ha causato il cancro erano deboli.

“Il gruppo 2B è una classificazione molto prudente che colloca una sostanza chimica in quella categoria o superiore, indipendentemente da qualsiasi prova di cancerogenicità”, afferma Paul Barrow, M.D., professore di epidemiologia del cancro presso il Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles. non è una “prova conclusiva” del danno.Ha detto di averlo fatto.

“Il pubblico in generale non dovrebbe essere preoccupato per il rischio di cancro associato a una sostanza chimica classificata come gruppo 2B da IARC”, ha detto Barrow.

Nigel Brockton, vicepresidente della ricerca presso l’American Institute for Cancer Research, ha affermato che si aspetta che la ricerca sull’aspartame prenda la forma di ampi studi osservazionali che tengano conto di qualsiasi assunzione di aspartame.

Alcuni medici temono che la nuova classificazione “potenzialmente cancerogena” possa indurre i bevitori di soda dietetica a passare a bevande zuccherate caloriche.

“L’aumento di peso e l’obesità sono un problema più grande e un fattore di rischio maggiore rispetto all’aspartame”, ha affermato Therese Bevers, MD, direttore medico del Cancer Prevention Center presso l’MD Anderson Cancer Center dell’Università del Texas a Houston.

La decisione dell’OMS “riafferma che l’aspartame è sicuro”, ha affermato Kate Lotman, direttrice esecutiva dell’International Association of Beverages con sede a Washington.

“L’aspartame, come tutti gli edulcoranti ipocalorici, se utilizzato come parte di una dieta equilibrata, offre ai consumatori la possibilità di ridurre l’assunzione di zucchero, un importante obiettivo di salute pubblica”, ha dichiarato Frances Hunt-Wood, segretario generale dell’Ufficio di Bruxelles- Internazionale basato. Società dei Dolci.

READ  Le azioni sono state contrastanti poiché i dati sull'inflazione negli Stati Uniti hanno registrato una tendenza al ribasso ei rendimenti obbligazionari sono diminuiti

Segnalazioni aggiuntive di Elisa Welle e Richa Naidu; Montaggio di Caroline Hummer, Catherine Evans e Leslie Adler

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Zen riporta i problemi di salute che colpiscono le persone in tutto il mondo, dalla malaria alla malnutrizione. Come parte del team Health & Pharma, le recenti aree degne di nota includono un’indagine sull’assistenza sanitaria per i giovani transgender nel Regno Unito e storie sull’aumento del morbillo dopo la vaccinazione covid di routine e gli sforzi per prevenire il prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *